Luoghi di interesse - Dicembre 14, 2020

Le più grandi stazioni ferroviarie d’Europa

Molte delle stazioni ferroviarie europee sono molto più che luoghi in cui prendere un treno. Con il loro significato storico, l’architettura e il design elaborati, questi edifici sono destinazioni in sé. Ma vediamo quali sono le più grandi stazioni ferroviarie d”Europa.

Le stazioni ferroviarie europee, come la classica St. Pancras in mattoni rossi a Londra. L’ultra moderna Strasbourg-Ville in Francia, sono più che semplici fermate di trasporto pubblico. Sono tesori dell’epoca d’oro dei viaggi in treno. Meraviglie architettoniche e centri della comunità dove sia i locali che i visitatori fanno acquisti. Mangiano e assistono a mostre d’arte e musica dal vivo. Ma vediamo in dettaglio le più grandi stazioni ferroviarie d’Europa.

Da Milano a Londra: le eccellenze

La stazione centrale Milano è enorme, due volte più grande del Duomo della città. Essa padroneggia 24 binari che servono circa 320.000 passeggeri al giorno. Il tutto costeggiato da sculture roboanti ed esagerate e l’eclettico mix di stili architettonici (inclusi art nouveau e art déco). L’esterno sembra più un teatro dell’opera o un palazzo reale. La stazione fu costruita tra il 1912 e il 1931. Il suo design originale e semplice fu pesantemente decorato per volere di Mussolini per glorificare il regime fascista.

 

Stazione Gare Ville: La storica stazione Gare Ville a Strasburgo, è circondata da una capsula di vetro, che protegge la struttura dalle intemperie. Nel 2007, la maestosa Gare de Strasbourg-Ville la sua aggiunta all’inizio del XX secolo sono state racchiuse in un baccello di vetro lucido; questo design a capsula del tempo lascia l’edificio storico non modificato ma protetto dagli elementi. Ha inoltre consentito una notevole espansione in quello che ora è la seconda stazione ferroviaria più grande in Francia.

 

St. Pancras, Londra: Il St. Pancras International è pura eleganza vecchio stile, ma dentro è esuberante e moderna. L’epica facciata in mattoni rossi del St. Pancras International attira l’attenzione. Anche nel trambusto del centro di Londra. In vero stile gotico vittoriano, un’imponente torre dell’orologio compete per l’attenzione con file su file di finestre ad arco in questa stazione restaurata del XIX secolo. Con il suo ampliamento del 2007 , St. Pancras ospita 15 binari ferroviari, oltre 50 negozi e ristoranti. Ma anche un hotel a cinque stelle, un elegante noleggio Airbnb nella torre dell’orologio e pianoforti pubblici.

Le più grandi stazioni ferroviarie d’Europa: da non perdere

Stazione di Anversa, Belgio: Nonostante il flusso di pendolari indaffarati, la sala principale di Anversa-Centrale sembra uno spazio sacro. Con la sua grande scalinata, le finestre di pizzo in ferro e vetro e i lucenti pavimenti in marmo. Non c’è da meravigliarsi se il soprannome della stazione è Spoorwegkathedraal (“cattedrale della ferrovia”) in fiammingo. Essa venne inaugurata per la prima volta nel 1905. Infine rinnovata e ampliata tra il 2000 e il 2009 per ospitare treni ad alta velocità. La stazione dispone di 14 binari su quattro livelli.

 

Stazione centrale di Helsinki, Finlandia: Giganti portatori di lanterne fanno la guardia su entrambi i lati dell’ingresso della stazione centrale di Helsinki. Questa stazione ferroviaria in stile art nouveau del 1919 viene utilizzata da circa 200.000 passeggeri al giorno: rendendola l’edificio più visitato della Finlandia. Sorprendente la struttura rivestita di granito rosso-marrone finlandese. Spettacolari le due coppie di statue massicce portanti lanterne che fiancheggiano l’ingresso principale rubano lo spettacolo. Un tetto in vetro e acciaio progettato da Esa Piiroinen è stato aggiunto sulle piattaforme centrali nel 2000.

 

Stazione Atocha, di Madrid: L’eclettica stazione di Atocha della capitale spagnola è stata progettata in parte da Gustave Eiffel; la sua influenza è più evidente nel tetto ad arco in acciaio e vetro della rimessa del treno. Quando il traffico alla stazione negli anni ’80 superò l’edificio originale del 1892, fu aggiunto un annesso con 25 binari. La vecchia area dei binari fu convertita in un atrio pieno di diverse migliaia di piante tropicali provenienti da tutto il mondo.

 

Stazione Ferroviaria di São Bento, Portogallo: Il São Bento a otto binari fu completato sul sito di un monastero benedettino nel 1916. I fregi di piastrelle dal pavimento al soffitto nella sala principale ne fanno una delle attrazioni più popolari di Porto. Il lavoro di Jorge Colaço, quasi 20.000 piastrelle azulejo dipinte di bianco e blu danno vita a scene pastorali. La storia dei trasporti in Portogallo, un matrimonio reale e la “conquista” portoghese di Ceuta, sulla costa settentrionale dell’Africa.I murales di piastrelle dipinte della stazione di São Bento raccontano storie della storia portoghese.

 

Copyright 2021 | Theme By WPHobby. Proudly powered by WordPress